ANTIAGING: MODA O NUOVA FRONTIERA DELLA MEDICINA?

shutterstock_262333142

(Maria Santulli)

La medicina antiaging è una specialità medica fondata sull’applicazione di tecnologie mediche scientifiche per l’individuazione precoce dei problemi, per la prevenzione e il trattamento di questi per portare le persone ad uno stile di vita corretto. Non è il trattamento di malattie ma il supporto per arrivare ad uno stato di benessere. Possiamo attribuirle una serie di significati e connotazioni molto diversi. Per la comunità scientifica la ricerca antiaging si riferisce al tentativo di rallentare, prevenire, invertire il processo dell’invecchiamento. Ad oggi nessuna tecnologia collaudata consente di raggiungere con incidenza scientifica questo obiettivo negli esseri umani. Non vi è alcun metodo scientifico attualmente disponibile per misurare con precisione gli effetti di una presunta terapia contro l’invecchiamento. Medicina antiaging significa diagnosi precoce e prevenzione delle malattie legate all’età  che incidono sulla qualità della vita. Esistono molte strategie che si possono attuare, un esempio è la restrizione calorica per ridurre il rischio di condizioni degenerative legate all’età. L’invecchiamento è legato per un terzo  a fattori genetici e per ben due terzi  a fattori ambientali e stili di vita (stress, fumo, alimentazione, attività fisica…) per cui ognuno di noi è responsabile al 70% del proprio invecchiamento. Non si  possono curare le cause genetiche ma è possibile rimuovere le altre adottando stili di vita che serviranno a rallentare l’invecchiamento che vuol dire mantenere giovane il più possibile il proprio corpo e la mente e ridurre così il rischio di malattie che possono diventare degenerative. Pochi ancora sono quelli che hanno fatto propria una vera cultura antiaging adottando nuovi stili di vita come ad esempio seguire un’alimentazione corretta, praticare attività fisica regolarmente (chiaramente dopo valutazione da parte di medici sportivi), eliminare pratiche dannose (quali fumo, alcol, droghe etc..), vivere il più possibile rilassati (gestione dello stress) e utilizzare integratori (antiossidazione).  Generalmente la gente è portata a pensare che l’antiaging sia la medicina estetica (trattamenti del tipo  botox, fillers) ma anche in ambito medico ancora oggi, nonostante  l’argomento venga trattato in congressi scientifici, si pensa ancora alle “punturine” che risolvono in fretta i problemi dell’avanzamento del tempo senza prendere in considerazione  il fatto che esso deve essere affrontato sotto diversi punti di vista (ormonale, metabolico, funzionale, psicologico, alimentare). Indurre l’individuo a cambiare stile di vita significa spiegare e valutare insieme al paziente tutti gli aspetti  elencati. Occorre concentrarsi  nel cercare di riconoscere tutti quei fattori genetici e biochimici che, combinandosi in modo diverso tra loro e con l’ambiente esterno, diventano i  veri artefici dell’accelerazione o del ritardo del nostro decadimento. Diventa evidente come lo studio e la correzione di questi parametri possa  incidere in modo significativo e sostanziale sul benessere e sull’aspettativa di vita in salute. Per fare un check aging è necessario fare una visita medica approfondita, test di funzionalità dell’organismo, valori nutrizionali, valutazione rapporto massa grassa/magra, tests psicologici, valutazione d-ROMS test e  BAP test, analisi indice di glicazione, grado di infiammazione, valutazione assetto ormonale, valutazione sistema immunitario, cutaneo e sportivo. L’obiettivo è conoscere l’età biologica, i vari fattori di rischio per poter elaborare un programma antiaging a 360° personalizzato per poter sviluppare ed incrementare le proprie potenzialità, valutare e ripristinare il benessere psicofisico e poi controllare, nel tempo, il cambiamento e l’andamento della terapia.   Certo, è indubbio  che  l’argomento antiaging ad oggi va di moda, tutti ne parlano e molti si affidano a persone che non sono realmente in grado di predisporre un programma wellness  basato su quelle conoscenze medico scientifiche che sono in grado di far raggiungere lo stato di benessere che le porterà non a ritornare indietro nel tempo ma a rallentarlo per raggiungere traguardi tali per cui la domanda che si sentiranno porre sarà “come sei in forma, cosa hai fatto?” e la risposta sarà “…prevenzione, antiaging ….mi sono affidato ad un ADVISOR ANTIAGING”.